Approfittiamo della tappa torinese per visitare il Massimo. Questo cinema è della città di Torino, che dal 1989 lo dà in comodato d’uso gratuito alla fondazione Anna Maria Prolo (la stessa del Museo del Cinema). Stefano Boni, responsabile della programmazione, ci parla subito dei molti festival che qui si tengono. “Oltre a Torino Film Festival, CinemaAmbiente, Lovers sosteniamo e ospitiamo nuovi festival allestiti spesso da gruppi di giovani”. Le tematiche sono le più diverse: Seeyousound (rapporto musica-cinema), Fish & Chips (cinema erotico), Dong Film Festival (cinema indipendente cinese) per citarne alcuni. Questi festival toccano spesso un nuovo pubblico, più giovane; una priorità per il Massimo.

Due delle tre sale programmano film d’essai in prima visione, in linea con alcuni assi forti della sala (come il rapporto tra cinema e musica). La terza sala invece ha una programmazione cinetecaria: ogni mese ad una rassegna principale (legata ad un autore o un tema) si affiancano degli eventi periodici, collaborazioni esterne e i festival. In totale circa 50 film al mese passano in sala 3. Per Boni negli ultimi anni l’attenzione del pubblico ai film di patrimonio (che non possiamo chiamare “restaurati” perché non tutti lo sono) è cresciuta.

Il Massimo sperimenta anche delle iniziative per pubblici con disabilità. A ottobre ci sarà Più Cinema per tutti, rassegna di 7 film di Carlo Verdone. Le opere saranno proiettate con sottotitoli per non-udenti e in audiodescrizione, rendendoli accessibili per non-vedenti. Altri film erano stati audiodescritti in passato e sono a disposizione delle sale.

Registi italiani e internazionali sono spesso in sala per incontrare il pubblico. Recentemente il Massimo ha invitato Gus Van Sant a Torino, che è intervento anche al Piccolo Cinema. Una dinamica che lo staff vorrebbe aumentare, dando così la possibilità ad altre sale di Torino di approfittare delle tournée dei cineasti. Questo soprattutto con le sale di periferia di una città che, anche grazie all’attenzione della regione, può vantare numerosi monosala in centro città.

❤ Cinema con bébé, una domenica mattina al mese, in partnership con una rivista locale (Giovani Genitori) con 350-400 spettatori

❤ sostengono nuovi festival

❤ proiezioni per pubblici con disabilità visive e uditive

❤ programmazione cinetecaria a prezzi accessibili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *