Il cinema Arsenale è uno storico cine-club nato nel 1982 nel centro di Pisa. Arsenale come “fucina” di idee ed il nome ci sembra ben meritato. Ogni settimana infatti sono organizzati due eventi, dagli incontri con gli autori alle maratone, dalle presentazioni di libri (ingresso gratuito) alle lezioni di cinema. Pisa è una città molto universitaria ed il pubblico del circolo è eterogeneo: giovani durante la settimana e seniors nel week-end.

Durante la visita del Giro abbiamo la fortuna di arrivare durante una lezione di cinema su Lynch. Il format prevede un aperi-cena al bar alle 19:30, lezione di cinema in sala alle 20:30 e proiezione di Eraserhead alle 22:30 (biglietto evento 8€). Un centinaio di spettatori (una settantina negli altri appuntamenti), la maggior parte universitari, seguono la lezione conviviale curata da Doppio Sogno, che portano lo stesso forma anche a Arezzo e Perugia.

Una sala da 110 e lode: sotto una volta con mattoni a vista 142 posti che sembrano scavati nella roccia… Un pianoforte è vicino allo schermo per gli eventi musicali.

Simonetta e Antonio, con grande disponibilità, ci parlano della programmazione. Oltre al film in prima visione e ad 1-2 seconde visione, grazie agli eventi si proiettano 5-6 film a settimana. Alcuni dati del stagione 2016/2017: 234 film proiettati, 104 eventi, 73 versioni originali, 33 incontri con registi. “Nessun film è lanciato nel nulla. Si cerca sempre di accompagnarlo” ci spiega Antonio che ci parla anche della forte attenzione al documentario (80 doc all’anno). “Non facciamo distinzione nel trattare un documentario o un film di finzione”, quando non è possibile avere gli autori in sala cerchiamo di averli tramite Skype.

Le collaborazioni sono anche con le università: dei professori intervengono per presentare film che hanno amato condividendo col pubblico il loro punto di vista (per esempio un professore di filosofia dell’università Normale su Interstellar). Un format curioso è “I film della vita” dove un ospite noto ha carta bianca per scegliere e presentare un film che lo ha segnato.

La sala organizza anche “Dalla laguna al Lungoarno”, rassegna non ufficiale di 5 giorni con alcuni dei film di Venezia in anteprima (opere negoziate direttamente con i distributori). In aggiunta, collaborazioni regolari con associazioni (Amnesty, Emergency, Legambiente,…), cine-mamme (con l’assessorato alle politiche sociali), reading con ass. teatrali ed un’arena estiva di 2 mesi (con film grande pubblico). Le proiezioni scolastiche sono sostenute della Regione Toscana (con Lanterne Magiche) e si aderisce al premio David Giovani.

Insomma il pubblico deve essere ben informato per non perdere gli appuntamenti! Il programma cartaceo mensile prevede un editoriale, di una persona esterna all’Arsenale, su un tema di attualità raramente legato al cinema. Ogni programma ospita un giovane fumettista della regione che racconta con una striscia un film del programma. Il programma viene stampato in 4.000 copie, distribuito nei commerci della città e caricato in versione pdf sul sito.

Per raggiungere il pubblico universitario Margherita, che incrociamo negli uffici, si dedica molto alla rete e ai social network (Facebook, Instagram e Twitter). Per i 70anni di Stephen King è stato lanciato il concorso “Raccontami a tuo modo King”; i partecipanti hanno realizzato foto, fumetti, illustrazioni e le migliori hanno ricevuto in regalo dei libri di King dall’editore Sperling & Kupfer (una mostra delle loro copertine dei libri di King è stata allestita nella hall del cinema). Margherita invia anche una newsletter ogni 3-4 giorni. Sul canale Youtube vengono caricati i video degli incontri con autori.

Lo spettatore può anche diventare programmatore: per “Vota Kult” lo staff propone 3 film che si possono votare sulla rete o in sala. Il vincitore sarà proiettato in sala. Stesso principio per scegliere le immagini sulle tessere associative: lo staff propone 3 immagini di personaggi del cinema e la più votata diventa il simbolo della stagione (con una rassegna a settembre sul personaggio cinematografico).

Infatti l’ingresso alla struttura è riservato ai soci (tessera 5€ a inizio stagione) ed il circolo è affiliato all’Unione Circoli Cinematografici Arci, ma non è un circolo Arci. I soci possono anche acquistare delle tessere speciali: la tessera Gold (200€) per esempio dà accesso tutto l’anno alle proiezioni e dà diritto alla priorità negli eventi.

❤ grande ventaglio di attività proposte (presentazione libri, dj-set, cine-mamme, concorsi, incontri…)

❤ hall viva con il bar e le mostre

❤ collaborazioni con enti esterni (università, fumettisti, associazioni) per gli eventi e per la comunicazione (editoriale, strisce fumetti)

❤  video incontri con registe caricati sul Youtube

❤ comunicazione differente per spettatori di generazioni differenti

La chicca:

Il nostro pubblico non dice: “Ah, no… è un documentario!” Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *