Domenica 1 ottobre

Saluto il fratellino e il mio cucciolone e ci mettiamo di nuovo in viaggio direzione: Spoleto.

Poveri spoletini: non esistono parcheggi gratuti nemmeno la domenica!

Visita al cinema Pegasus, è all’interno di una vecchia chiesa sconsacrata, quindi fuori ha tutto l’assetto di una chiesa e non riesci nemmeno ad immaginare lo spettacolo che c’è al suo interno.

Il pianoforte a coda sotto allo schermo, gli affreschi sui muri, la parete con la storia del cinema, le cartoline…Alberto, Valentina e gli altri volontari coccolano i loro clienti con una programmazione super raffinata e ricercata, ma anche con molto altro, dagli incontri con registi alla brochure con la recensione del film.

Le luci a led, la musica e gli affreschi sulle pareti creano un’atmosfera veramente suggestiva, per non parlare dell’angolo del the con i biscotti gentilmente offerto dallo staff, tra l’altro quei biscotti al caffè eccezionali.

Non posso mettervi tutte le foto che ho fatto, ma era inevitabile sentirsi ispirati da quel luogo. Complimenti.

Se non l’avete fatto andate a visitare Spoleto! A parte il problema di parcheggio, merita, il duomo è bellissimo e si mangia veramente bene, abbiamo fatto provare a Nicola gli strangozzi al tartufo accompagnati dal del buon vino rosso di Montefalco, favoloso. Grazie Alberto e Valentina per il contatto e ai volontari per la visita!

E ora direzione: Roma, Cinema dei Piccoli.

Altra chicca, un cinema tanto piccolo per quanto è bello, sembra di entrare in un altro mondo, un mondo fatto e pensato proprio per i bambini e per far tornare piccoli i più grandi. Una struttura che sta dentro a Villa Borghese, un parco enorme e molto bello. Il cinema ha una doppia programmazione, quella pomeridiana per il pubblico giovane e quella serale d’essai. E non sapete quanto mi piacerebbe tornare bambina e ricevere anche io il diploma del primo film visto al cinema, idea fantastica!

Stasera dormiamo a casa di amici della zia di Nicola.

Lunedì 2 ottobre

Sveglia con calma, lavoriamo agli articoli e al blog. Pranziamo molto presto (mezzogiorno!) e poi in autobus ci mettiamo in “viaggio” verso Roma. Non saremmo molto lontani dalla città ma con i mezzi e il traffico … ci vuole almeno un’ora!

Iniziamo la nostra visita dall’Altare della Patria, veramente mastodontico, ti fa sentire veramente piccolo. Raggiungiamo il Colosseo e il Circo Massimo. Infine Trastevere dove si trova il Cinema Troisi che speriamo molto presto verrà riaperto dai ragazzi del Piccolo Cinema America (o America Occupato per intenderci).

Conosciamo i ragazzi, ci raccontano la loro storia ; rimanerne affascinati, emozionati e colpiti è praticamente inevitabile. Spirito di iniziativa, grande forza di volontà, 20 ragazzi volontari che hanno in comune l’amore per la loro città e per le persone che ci vivono. Conducono un festival estivo da invidia, proiezioni tutti i giorni per due mesi estivi, sabato pomeriggio cartoni animati e la sera a mezza notte film horror, proiezioni al buio. Ragazzi vi auguriamo un grandissimo in bocca al lupo e dai possiamo dirlo…Forza Roma.

Ripartiamo con un regalo…Grazie ragazzi!

Martedì 3 ottobre

Giornate romane molto tranquille, ne approfittiamo per scrivere gli articolo. Abbiamo un solo appuntamento nel pomeriggio per un intervista televisiva per Splendor di Iris!

Problemi per la location a parte alla fine abbiamo registrato. Che imbarazzo. Grazie a Marco per le riprese e Gabriele Niola per l’intervista; seguite i nostri social per sapere quando sarà in onda!

Passato l’imbarazzo, almeno per me, decidiamo di andare a visitare San Pietro e dopo cenetta meritatissima: spaghetti alla norma e carbonara!

Ristorante a Trastevere buonissimo, osteria Bacco, accanto all’osteria zi’umberto che ci ha fatto aspettare 40 minuti per un tavolo che non è mai arrivato (con gente che ci passava avanti a caso).

Mercoledì 4 ottobre

Oggi facciamo i turisti! Sveglia presto, pranzo al sacco e via.

Passando per varie chiese,

Arriviamo alla fontana di Trevi,

Per riposarci a Villa Borghese.

Quirinale, Piazza di Spagna, Piazza del popolo…ma non posso mettervi tutte le foto. Dovete andarci, Roma è maledettamente romantica. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *