Il cinema Garibaldi è nel centro storico di Poggibonsi (Siena) ed è gestito dagli anni ’90 da Mario Lorini, figura di spicco nell’esercizio italiano. La sala è all’interno di Multisala Naturale, un progetto in corso di sviluppo per legare i cinema del territorio.

L’idea è semplice: in Valdelsa (bacino di 70.000 abitanti) ci sono 5 cinema (con 7 schermi) in tre centri abitati che distano pochi chilometri tra loro. Lorini ne è il programmatore e vuole comunicare questi esercizi come una sola multisala delocalizzata sul territorio. Le biglietterie sono già centralizzate e questo permette già ora ai clienti di avere abbonamenti utilizzabili in tutti i cinema. La comunicazione tenderà a promuovere il complesso e non più la singola sala: i trailer dei film passeranno in tutti i cinema (in base al target di pubblico), ci sarà un sito unico per il Multisala Naturale e un app dedicata. Un work in progress di cui vediamo i primi risultati: uno spot invitante è già in rete e in sala e il cartellone è già completo.

L’obbiettivo di Multisala Naturale nella programmazione è gestire non più 5 sale diverse ma una sola multisala. Avere quindi più flessibilità nel posizionamento dei film per aumentare le vendite. “Siamo già in una fase sperimentale della multiprogrammazione; un po’ barbara ma c’è” e questo lo riscontriamo anche in altri cinema (Stensen di Firenze, AlFellini di Grottaferrata o al Rouge & Noir di Palermo). I risultati economici della multiprogrammazione in Valdelsa sono incoraggianti: nel 2016 il Garibaldi ha un +100% delle presenze rispetto alle media nazionale dei monosale sotto i 20.000 abitanti. Multisala Naturale con uno sviluppo della multiprogrammazione potrebbe incrementarli ulteriormente.

Con la Legge Veltroni di inizio anni ’90 i multiplex sono spuntati come funghi nelle periferie, in deroga al limite tra abitanti/schermi presente. “Ma i biglietti venduti sono rimasti sempre 100 milioni!” I centri urbani hanno così perso attrattività senza che il mercato guadagnasse nulla (in Francia lo stesso processo ha raddopiato circa il numero di spettatori). Multisala Naturale vuole rendere più vivi i 3 centri urbani coinvolti legando l’uscita al cinema/teatro alla cena o aperitivo (e in futuro magari anche una navetta). Parlando con Mario scopriamo che questo tipo di iniziativa dovrebbe essere premiata nella nuova legge cinema, con l’articolo 17 per le nuove strategie commerciali.

Il cinema Garibaldi presenta una hall spaziosa, si apre su uno spazio bar con tavolini e divanetti che permettono una chiacchierata dopo il film o la lettura delle riviste di cinema gratuitamente disponibili. “Non abbiamo mai rinunciato allo spazio Agorà” conclude Mario, quando ci mostra il bellissimo chiostro interno (a cui si accede dall’ingresso del cinema) che utilizzano d’estate per l’arena estiva.

Mario è stato anche innovatore in regione per Lanterne Magiche che è stato poi ripreso e ampliato da Fondazione Toscana. Per l’educazione all’immagine Mario sperimenta delle proiezioni scolastiche per licei alla sera con buoni risultati.

❤ Cinema accogliente (sala d’attesa curata, riviste a disposizione)

❤  Multisala Naturale: fare rete con i cinema limitrofi per avere più appeal

❤  Comunicazione video forte

❤  Abbonamenti nei 5 cinema validi sempre

❤  Spirito d’iniziativa: Lanterne Magiche, Cinema Charter (stesso principio di MovieDays sviluppato in interno)

❤  Caffè biologico al bar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *