Situato nel parco di Villa Borghese, a pochi passi dalla Casa del Cinema, il Cinema dei Piccoli a Roma è entrato nel Guinness World Record come “il più piccolo edificio al mondo (72 metri quadrati) adibito a cinema”. A gestione familiare dal 1973 (la struttura è aperta del 1934) questa sala ha due target molto diversi: famiglie di giorno e cinefili la sera.

Qui sono i grandi che si devono adeguare ai bambini e non il contrario! “Cinema Dei piccoli” cioè pensato apposta per loro, anche nell’architettura. Alla biglietteria un predellino rialza i bambini, per arrivare all’altezza giusta per parlare con il cassiere e pagare il biglietto. Appena entrati, sulla sinistra, nei due bagni troviamo dei water piccoli piccoli, come quelli che si usano alle scuole elementari!

“Mettiamo al centro la visione del piccolo spettatore” ci spiega Roberto. Assistiamo ad un cambio di spettacolo la domenica pomeriggio. Nonostante i tempi serrati lo staff si prende cura dell’accoglienza: “per favore facciamo una fila solo di grandi e una solo di bambini. Così da lasciare a tutti i bambini una bella visuale”. Prima della proiezione si trova il tempo per distribuire i cuscini rialsanti a chi non l’avesse già preso. Se in sala c’è un neofito, all’uscita del film riceverà il diploma “Prima volta al cinema”. Come per tutti i riconoscimenti importanti ci sarà il nome del diplomato, il luogo, la persona con cui ha visto il film e affrancato l’atto ufficiale: il suo primo biglietto!

Per le proiezioni scolastiche vengono proposte, oltre alle proiezioni ordinarie, delle attività multidisciplinari originali. Per le materne-elementari dei progetti naturalistici prevedono la proiezione di film a tema (come “L’uomo che piantava gli alberi”) associata ad un laboratorio/osservazione nel parco. Un documentario su Monet (sempre di 30′) viene seguito da una tappa allo stagno delle ninfee e concluso con la visita al museo (entrambe le struttura sono adiacenti). Un gruppo Whatsapp è stato creato per informare le maestre delle attività didattiche.

Agli spettacoli pomeridiani per famiglie si aggiungono gli spettacoli d’essai la sera (due film differenti, sempre in versione originale). Di notte questo cinema diventa anche un presidio culturale e sociale importante in una zona sfavorevole (un grande parco poco illuminato). Come dicevamo per il Postmodernissimo di Perugia, ci sembra un vero antidoto contro quel male, la paura di uscire la sera di casa, che aumenta nei piccoli e grandi centri abitati.

❤ Diploma “Prima volta al cinema”

❤ Attenzione a garantire delle buone condizioni di fruizione dell’opera

❤ Proposte didattiche originali che sfruttano il contesto

❤ Atmosfera magica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *