Arriviamo in serata al Cinema Verdi di Breganze, in provincia di Vicenza, per incontrare alcuni dei 120 volontari che animano questa sala parrocchiale. La sala ha vinto il Biglietto d’Oro Anec nella categoria di monosala in un comune di meno di 50.000 abitanti [facendo il bis nel 2019]. Ma la cosa impressionante è che Breganze ha meno di 9.000 abitanti! Da dove viene questa fame di cinema in sala?

Gianni e Francesco, responsabili della sala, ci spiegano la struttura organizzativa. Il cinema è di proprietà della parrocchia, che lo gestisce direttamente e che delega all’associazione “Cineforum G. Verdi” l’organizzazione del loro fiore all’occhiello: il Cineforum.

Il Cineforum prevede la proiezione di circa 30 film all’anno; ogni film ha 5 proiezioni serali (dal martedì al sabato sera). L’associazione è iscritta all’ANCCI e l’ingresso in sala è riservato ai soci (la tessera annuale va da 50€ ai 25€ per i “Diversabili”). Nell’ultima stagione sono state vendute 2400 tessere, una cifra più o meno stabile sin da metà anni ’90. Nonostante i 460 posti, all’acquisto dell’abbonamento lo spettatore deve scegliere un giorno settimanale in cui avrà la priorità d’accesso, per evitare il sovraffollamento in alcune serate. Grazie ad un software dedicato si può conoscere molti dati sul pubblico: 580 soci sono di Breganze (il 15% della popolazione!), una netta prevalenza del femminile (63%) mentre la fascia più rappresentata sono i 50enni  (un terzo del totale), seguita dai 60enni (27%) e dai 40enni (12%). “L’età media degli spettatori è di 56 anni, che è in linea con quella dei nostri volontari” ci spiega Gianni.

I volontari sono circa 120 e -non essendoci dipendenti- svolgono tutte le funzioni: programmazione, comunicazione, cassa, proiezione, pulizie, …. Per ogni apertura sono convocate 6 persone (tra cassa, proiezione e maschere) ed il grande numero permette un turn-over costante (un turno ogni 3 settimane). Non tutti sono cinefili o legati alla parrocchia, “molti sono amici del cinema” ci dice Francesco. I volontari hanno la tessera gratuita e sono coinvolti nelle attività dell’associazione (Festival di Venezia, proeizioni per scegliere i film,…).

La programmazione del cinema si completa con i film per famiglie nel week-end e con varie rassegne alla domenica e lunedì sera (gli unici giorni liberi!). In questi casi i film sono aperti a tutti ed i soci hanno degli sconti. “Senza orario senza bandiera” (Rassegna film di montagna e zone rurali da ottobre a dicembre) e “Latitudini” (cinema dal mondo da gennaio a aprile) si svolgono una volta al mese con, quando possibile, incontri coi ospiti.

Giovanna, giovane presidentessa dell’associazione, ci parla del Breganze Film Festival, format originale giunto alla terza edizione, che vuole avvicinare il pubblico al cinema italiano grazie all’incontro con i professionisti che lo fanno. Ogni mese vengono presentati dei film italiani alla presenza dei loro registi/attori che dialogano col pubblico a fine proiezione (nell’ultima edizione, tra gli altri, Renato Carpentieri e Fabrizio Bentivoglio). Le proiezioni, sempre gremite, sono replicate l’indomani mattina per gli studenti, con proiezioni offerte dal Verdi e dagli sponsor alle scuole di Breganze e dintorni.

All’uscita della sala il pubblico può votare su un touch-screen il film visto (software e hardware sono creati dai volontari del cinema) ed il film più amato nelle proiezioni serali e nei mattinée riceve a fine anno il premio del Breff in una serata dedicata. Questo meccanismo di voto è attivo per tutti i film in programmazione (cineforum, week-end e rassegne varie) e permette al direttivo di avere dati precisi sul gradimento delle opere anche per orientare le future scelte.

Altro tocco tecnologico: durante gli incontri nelle schede film consegnate in cassa è indicato un numero whatsapp a cui inviare le proprie domande per i cineasti. Studenti e pubblico, nell’anonimato e senza l’imbarazzo di parlare in pubblico, sono così meno timidi ad intervenire, anche se è sempre possibile prendere la parola a fine proiezione.

Per il prossimo anno l’associazione aggiungerà una proiezione pomeridiana infrasettimanale del cineforum.

🍑 Grande partecipazione al Cineforum e nei week-end con 60.000 biglietti venduti all’anno

🍑 Molti incontri con professionisti, anche di alto livello (Breganze Film Festival, rassegne)

🍑 Organizzazione efficace del volontariato nonostante i numeri elevati

🍑 Apertura alle nuove tecnologie (schermo per voto, domande via whatsapp, …)

🍑 Giornalino associativo molto curato (con la programmazione delle rassegne, bilanci, interviste, …)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *