★ Collegamenti Skype

Se la presenza di cineasti in sala è impossibile o troppo costosa l’incontro via Skype rappresenta una buona soluzione. Il regista sarà proiettato sul grande schermo e il suo audio diffuso in sala( mentre è più complesso far vedere al regista i volti degli spettatori). Tra i cinema che lo utilizzano, il Beltrade di Milano contatta i registi (italiani o internazionali) tramite i distributori o sui social per organizzare l’evento. Dopo il film gli spettatori possono porre le domande approfittando di un traduttore in sala. In mancanza di Skype si possono proporre dei collegamenti telefonici con i registi, prima e dopo il film (Cinema Verdi di Candelo).

★ Prodotti televisivi in sala

Con delle licenze si possono proiettare degli eventi televisivi in sala, richiamando un pubblico non-cinefilo. Frequenti sono le proiezioni di partite di calcio per i mondiali (al Cinema Nuovo di Lioni) o di campionato. Le proiezioni delle partite della Roma sono un “cavallo di battagliadei ragazzi del cinema America occupato.

Proiezione partite dei mondiali di calcio – Cinema Nuovo a Lioni

★ Clip digitali

Dei registi/cineasti possono inviare delle clip personalizzate da proiettare prima della visione del film. Salutando il pubblico della sala (il regista di Easy per il pubblico di Candelo) si impreziosisce la visione collettiva con un prodotto unico. Al cinema Galliera di Bologna lo staff ci tiene a presentare le proiezioni dei film; quando non è possibile farlo in carne ed ossa, dei video sono registrati e trasmessi prima della proiezione.

All’Hart di Napoli il format particolare di questo cinema-ristorante viene presentato da un video prima delle proiezioni mentre il Palladino di San Giovanni Rotondo ha una sigla (con logo animato) che esalta le capacità audio-video della sala.

Ovviamente si possono proiettare anche degli spot non professionali. A seconda del risultato desiderato possono bastare competenze base e un’attrezzatura accessibile. Quando lo staff si mette in gioco in prima persona si crea un corto circuito tra sala e schermo, molto apprezzato nei cinema più famigliari (come lo spot per lanciare la stagione teatrale ai Portici di Fossano o le gag del Don Zucchini di Cento).

★ Proiettori non-Dcp

Grazie alla qualità sempre maggiore dei proiettori non-Dcp, alcuni cinema li usano per proiezioni a pagamento su schermi medio-piccoli. Al Postmodernissimo (solo per la Terza Sala) i distributori inviano i blue-ray dei film in programmazione per prolungare la vita delle opere in sala. A Santarcangelo, nell’impossibilità iniziale di sostituire il proiettore 35mm della seconda sala con un digitale, per un periodo sono stati proiettati contenuti alternativi o film marginali, con buon successo di pubblico.

Terza Sala con proiettore non-dcp del Postmodernissimo di Perugia

★ Prezzo dinamico

Sempre più prodotti on-line (voli, hotel…) scelgono un prezzo dinamico, ovvero che cambia a seconda di diversi fattori. Questo è arrivato in oltre 100 sale in Italia con Dynamitick (+7% di incassi rispetto alla media nazionale nel periodo gen-nov 2017). Il prezzo varia a seconda di diversi fattori: giorno, meteo, interazioni sui social, eventi in concomitanza… con l’obbiettivo di massimizzare le entrate (con la revenue management).

★ Postazioni streaming

Alla mediateca del CinemaZero di Pordenone una postazione streaming è accessibile agli utenti. Si possono visionare dei film dal catalogo della mediateca (oltre a opere accessibili gratuitamente su internet). Lo spettatore può scaricare il film su chiavetta oppure guardare il film da casa attraverso un codice d’accesso.